mercoledì 11 ottobre 2017

Muffins di zucca e mandorle

Ehilà!
Io adoro la zucca *_* e siccome mia suocera me ne ha regalato una intera, qualche pasticcio dei miei ci sta!

Ingredienti
300gr polpa di zucca
80g farina di mandorle
100g zucchero
40g mandorle con la buccia
0.5 lt latte di mandorla
3 uova
30g margarina
1 baccello di vaniglia
1 bustina di lievito
sale

Per decorare
Mandorle a filetti

Pronti? Via!

Tagliate la zucca a dadini
 
Mettetela in un pentolino con il latte e il baccello di vaniglia tagliato a metà nel senso della lunghezza; coprite, portate a ebollizione e cuocete a fiamma bassa per circa 30 minuti (la zucca deve essere bella morbida). Togliete la vaniglia e frullate


 
Montate le uova con lo zucchero, unite la margarina fusa fredda, le mandorle sbriciolate, la polpa, la farina di mandorle e lievito. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo (io ho fatto tutto con la frusta elettrica e via).
Sarà molto liquido.
 

 
Versate negli stampini (io ho travasato il composto in una brocca per facilitare la cosa), decorate con le mandole a filetti e infornate a 180° per 30-35 minuti.

 
Ecco qui!


 
Non lieviteranno molto.
Anche se la prova stecchino è superata, restano leggermente umidi e attaccati alla carta. Quindi secondo me conviene usare direttamente lo stampo in silicone (magari unto con margarina) ed evitare gli stampini di carta. 
Ricetta senza glutine e senza lattosio


lunedì 2 ottobre 2017

[25X365] Libri di Settembre

Queste mese ho letto tutta la saga di Ramses, ovvero quello che avrei dovuto fare ad agosto.. vabeh.
Mi è piaciuta? NI. Su un totale di 5, darei 3.5
Ramses è il protagonista assoluto, ma non senza l'aiuto dei suoi amici e sua moglie.
Mi sono affezionata tanto ad alcuni personaggi, come Asha, la bellissima Nefertari e soprattutto Iset che odiavo all'inizio e poi si è saputa riscattare.


"La dimora millenaria" di Christian Jacq, 392 pagine
Inizia il regno di Ramses, tra la costruzione di nuove città e grandi tempi.
Il nuovo Faraone acquista notorietà, ma i complotti contro di lui continuano: con suo fratello Shenar si allea anche Ofir, un mago che pratica magia nera.
E nel frattempo gli Ittiti minacciano di attaccare l'Egitto..


"La battaglia di Qadesh" di Christian Jacq, 407 pagine
Il terzo volume di questa saga mi è piaciuto molto.
Gli inganni alle spalle di Ramses vengono svelati non senza colpi di scena, mentre al centro della vicenda lo scontro tra egiziani e ittiti a Qadesh è inevitabile.
Rames dimostrerà di essere un grande Faraone e un grande guerriero supportato degli dei.
Ma il nemico è ancora dietro l'angolo...

 
"La regina di Abu Simbel" di Christian Jacq, 396 pagine
Questo libro mi ha stupito molto.. sembra quasi concludere la saga.
Tutti i nemici di Ramses giungono alla resa dei conti: il mago Ofir, il fratello maggiore Shenar, ma anche Mosè, amico di infanzia di Ramses, che si pone contro di lui per poter portare il popolo ebreo fuori dall'Egitto verso la Terra Promessa.
La pace con gli ittiti è fatta, grazie soprattutto a Nefertari, al grande sposa reale. Per lei, Rames farà costruire un grande tempio ad Abu Simbel.
Non saprei cosa aspettarmi dal quinto e ultimo libro!


"L'ultimo nemico" di Christian Jacq, 382 pagine
Questa conclusione mi ha sorpreso.. con il terzo, è il capitolo che mi è piaciuto di più!
Nonostante tante trame si siano concluse nel quarto libro, Jacq trova ancora nemici che tramano alle spalle di Ramses, da sconfiggere con non pochi colpi di scena - alcuni decisamente bastardi, lasciatemelo dire..

E il mio settembre è andato così.. se prima di gennaio comincio un'altra saga datemi 'na mazzata in testa!!

giovedì 14 settembre 2017

Kindle si o no?

AAA consiglio cercasi.
Il mio reader è uno dei primissimi Sony, questo:
Funziona bene, eh
Però..
- non è retroilluminato, quindi devo leggere sempre con una lucina accesa vicino
- è un po' piccolino: pratico da tenere in borsa, ma quando leggo devo girare pagina ogni due secondi

E' da un po' che il kindle mi fa gola.. poi il socio ha iniziato a leggere con un certo interesse quindi potrei dare a lui il mio reader non retroilluminato e io passare appunto ad un kindle.
Oltrettto, tra poco più di un mese è il mio compleanno e sempre il socio ha detto che me lo regala volentieri..
Ammesso che io accetti! Perché lo ammetto, mi scoccia comprare (o farmi regalare) il kindle quando un ho un reader che funziona! Deciderò...

Intanto, possessori di kindle fatevi avanti!
Nel caso, sono indecisa tra due modelli: Paperwhite e Voyage.
Dal primo al secondo ci sono 80€ di differenza che non sono pochi!
Sono praticamente uguali, le uniche differenze sono nel Voyage:
- è leggermente più leggero e più piccolo (esteriormente perché lo schermo è uguale in entrambi)
- per il cambio pagina indica Touch + VoltaPagina e non ho idea di cosa intenda.
- la luce integrata è a regolazione automatica, secondo voi è comodo? Potrò comunque regolarla io al bisogno?
Insomma, il Voyage vale tutta questa differenza di prezzo?

lunedì 11 settembre 2017

Non vedo l'ora

Camino acceso
Divano
Coperta
Gatti
Libro

Dai, freddo/pioggia/nebbia.. vi sto aspettando!!!

mercoledì 30 agosto 2017

[25x365] Libri di Agosto

A fine luglio ero decisa a leggere la saga di Ramses.. In fondo con tre settimane di ferie il tempo per leggere (credevo) sarebbe stato tanto.
E invece nada, zero. Non tanto il tempo per leggere, ma proprio la voglia.
Lo ammetto, mi sono lasciata andare al cazzeggio totale, ho fatto una cosa che non faccio mai: guardare la tv.
Non fate quella faccia lì, di solito guardo davvero pochissima tv. In ferie mi sono goduta un po' di serie, con episodi totalmente a caso visto che non le seguo, come Grey's Anatomy, Modern Family, 2 Broke Girls..
Dovevo staccare il cervello, insomma.. e l'ho fatto.

Ecco quindi le misere letture di agosto.

 
"Il figlio della luce" di Christian Jacq, 409 pagine.
Primo volume del romanzo di Ramses, figlio minore del faraone Sethi.
Viene nominato reggente, ovvero futuro erede del faraone, a soli 16 anni e questo scatena non poche invidie, soprattutto in suo fratello maggiore Shenar.
Tra attentati falliti, intrighi e grandi insegnamenti, il potere di  Ramses cresce di anno in anno sempre più, sarà dunque pronto a regnare dopo suo padre?


"(Non) è un paese per vegan!" di Paolo Bersani e Alessandro Vettorato, 404 pagine
Un resoconto comico e molto ironico sulla vita di tutti i giorni di chi scegliere di essere vegan.
Alcune pagine sono più dure, anche crudeli, e lo ammetto, quasi nazivegan... ma la maggior parte degli episodi sono divertenti.
Certe scene sono successe anche a me, tipo
Io "Vi sono piaciuti questi biscotti al cioccolato?"
Collega che ne ha mangiati 5/6 "Sisi, buoni"
Io "Sono vegani"
Collega di cui sopra "EEEHH nooo, si sente che hanno qualcosa che non va..."
E nessuno mangiò più i biscotti.. (meglio per me eh)
Anche se non sono più vegetariana, il rispetto per chi fa questa scelta rimane: non tutti i vegani sono nazivegani, fidatevi!

lunedì 31 luglio 2017

[25x365] Libri di Luglio

Eccomi qui!

"Braccialetti rossi - Il mondo giallo" di Albert Espinosa, 176 pagine
Lo ammetto, mi sono appassionata alla serie di Rai Uno "Braccialetti Rossi", quindi ero molto curiosa di leggere questo libro da cui è tratta.
L'occasione si è presentata con uno scambio su Acciobooks!
Però come abbiano creato la serie da questo libro io non lo so, complimenti ai sceneggiatori.. perché in comune hanno poco e niente!
Con questo non dico che non sia un buon libro, anzi!! Mi è piaciuto molto.
Albert ha passato 10 anni a lottare contro il cancro e in questo libro ha raccolto alcune "regole" di vita da applicare alla vita di tutti i giorni.
Da un lato mi ha ricordato un po' Coelho, dall'altro mi è venuta in mente Eva: una delle regole del libro è proprio quella di appuntarsi giorno per giorno qualcosa di positivo.
E poi ci sono loro, i gialli. I gialli sono a metà tra l'amore e l'amicizia. Albert spiega come trovarli, come loro possono aiutare te e viceversa.
Anche se è un libricino, è una lettura intensa, assolutamente da leggere con calma e attenzione.


"Io prima di te" di Jojo Moyes, 391 pagine
Ho letto questo libro senza aver visto prima il film.
Sapevo a grandi linee che si trattava di una storia d'amore tra Louisa, giovane 26enne intraprendente, e Will, bloccato su una sedia a rotelle a causa di un incidente.
Un libro leggero, pensavo.. e invece no!
Quello che non sapevo - e nemmeno immaginavano - è la profondità di questo libro.
Non si tratta solo di una storia d'amore, ma di vita e ahimè anche morte.
Il libro porta l'attenzione alle difficoltà che affrontano le persone disabili, anche nelle piccole cose; come sia possibile affrontare ed accettare la disabilità, sia per il disabile stesso che per chi gli sta intorno.
Non racconto nulla della trama, vi toglierei le emozioni che ho provato io nella lettura di questo libro.


"L'armata perduta" di Valerio Massimo Manfredi, 413 pagine
Questo libro mi è stato consigliato dal mio socio, lui non è un gran lettore e ho accettato volentieri il suo consiglio. E' anche il primo libro di Manfredi che leggo.
Il libro racconta, in maniera romanzata ovviamente, l'impresa realmente accaduta dei Diecimila.
Inizialmente arruolati da Ciro, principe persiano, per uccidere suo fratello il gran re Artaserse, scopriranno di essere stati soggiogati e cominceranno una lunga marcia per salvarsi la vita.
Mi è piaciuto? Nì. Certo è coinvolgente, la lunga marcia è seguita passo passo tra gli attacchi dei nemici e le interperie della natura.. Però non mi ha soddisfatta come pensavo, ecco.

Per agosto ho deciso di buttarmi in una saga... Mi è salita la voglia di anni '90 e ho cominciato "Il romanzo di Ramses" (non esistevano le saghe) 5 libri di Christian Jacq.
E voi?

giovedì 29 giugno 2017

[25 x 365] Libri di Giugno

"La ragazza fantasma" di Sophie Kinsella, 391 pagine.


Lara sta attraversando un brutto periodo: in ufficio è stata abbandonata la sua socia, l'agenzia sta andando a picco ed è stata lasciata dal fidanzato. A tutto questo si aggiunge il fantasma di Sadie, una giovane ragazza in cerca della sua collana!
Lara e Sadie hanno due caratteri completamente diversi, ma riusciranno a diventare amiche.
E quella collana è molto più importante di quel che sembra...
Sophie non mi delude mai, sa unire leggerezza e suspense senza mai risultare troppo sdolcinata.
Consigliatissimo

"I ragazzi geisha" di Valerio La Martire, 94 pagine
 
"Tutto fu abbracciato da Mama-San e ognuno di loro divenne un ragazzo geisha. Ognuno di loro è uno dei miei ragazzi geisha e nessuno deve permettersi mai di dire che la loro Mama-San non li ama tutti dal profondo del suo vecchio animo grasso"
Sette ragazzi, ognuno ha una scheda, ognuno è un ragazzo geisha.
E' un libro duro, difficile da affrontare anche se è un libricino, ma è vero, autentico.
Di Valerio consiglio anche "Stranizza" di cui avevo parlato qui

"Allontanarsi" di Elizabeth Jane Howard, 669 pagine.


Quarto libro della saga dei Cazalet, decisamente uno dei migliori, bellissimo.
La guerra è finita e con essa anche la pesantezza presente nel terzo volume.
Qui la famiglia subisce grandi cambiamenti: nuovi matrimoni, divorzi e ahimè funerali.
E' sempre dura non potervi raccontare molto, ma qualsiasi accenno sarebbe un terribile spoiler secondo me.
Dominano ancora le donne, che con grande coraggio affrontano le nuove vite.
Il finale mi ha emozionato tantissimo..
A settembre uscirà il quinto e ultimo volume, la famiglia Cazalet mi mancherà molto.

E siamo a metà del mio "obiettivo": dei 25 libri in programma per quest'anno ne ho letti 14.. sono sulla buona strada! E voi?

martedì 27 giugno 2017

[I danni di Persefone] Pseuda torta di piselli e zucchine

Oh là.
Era da un po' che non mi cimentavo in qualche stramba ricetta, eh?
Ieri qui c'era nuvoloso con qualche goccia di pioggia (finalmente un po' di tregua) quindi ne ho approfittato per fare questo pseudo sformato/torta salata/plum cake/frittata boh decidete voi come chiamarla!

Ingredienti (quello che avevo in casa)

240gr piselli freschi
220gr zucchine (due medio piccole)
2 uova
Sale

Fate bollire piselli e zucchine in acqua salata, ci vorranno circa 20 minuti.
Quando sono cotti, scolate bene bene e lasciate raffreddare un pochino.
Con il mixer, frullate piselli e zucchine fino ad ottenere una bella crema.
Mescolate la crema con due tuorli e sale a piacere.
Montate gli albumi a neve e uniteli alla crema, mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli.
Versate il composto in uno stampo, io ho usato quello da plum cake.
Infornate a 160° per 30 minuti, poi fate la prova dello stecchino che deve rimanere asciutto.
Et voilà


Ricetta vegetariana, senza glutine e senza lattosio.
Secondo me è ideale come antipasto o per un aperitivo.
Al prossimo disastro!

lunedì 5 giugno 2017

[25X365] Libri di Maggio

Oltre a "Waiting" di cui ho parlato qui, questo mese è stato interamente dedicato a Lui

 
"IT" di Stephen King, 1238 pagine.
Conoscete tutti chi è IT, dai su. Quel maledetto pagliaccio ci ha fatti letteralmente cagare sotto nel film degli anni 90.
Ma IT non è solo un pagliaccio: IT è il male assoluto nascosto sotto Derry, una cittadina del Maine. 
Lo sanno bene Bill, Ritchie, Beverly, Eddie, Ben, Mike e Stan.. Sette ragazzini che hanno lottato contro di lui e che tornano a Derry per sconfiggerlo definitivamente.
E' una lettura che richiede decisamente tempo, King non lascia niente in sospeso. Ripercorre esattamente ogni episodio, ogni scontro di ognuno dei ragazzini... a tratti forse è anche troppo!
Certamente, però, si ha una visione completa dei personaggi e anche di IT, che nel film ovviamente non era possibile inserire.
Mi è piaciuto, ma ammetto che mi ha spaventata di più il pagliaccio cinematografico che quello del libro.
 

 
 



venerdì 19 maggio 2017

Libri di Maggio [EXTRA]

Daniel Di Benedetto "Waiting" 120 pagine
Dark Zone Edizioni

Vi siete mai seduti su una panchina al parco? Si?
E vi siete mai chiesti chi si è seduto su quella stessa panchina prima di voi? No?
Le storie di Waiting girano tutte intorno ad una panchina rossa: storie di amori appena nati o finiti, storie di vita vissuta, di attese.. c'è persino un gatto che si rifugia proprio sotto quella panchina...
E ogni storia si collega all'altra, tanto da non riuscire a staccarsi dal libro, ma dover leggere subito il capitolo successivo e chiedersi "ora chi siederà su questa panchina? Sarà un uomo felice o triste? Sarà una donna?"
E' un libro che mi ha emozionato tanto, da brava gattara quale sono ho versato una lacrimuccia leggendo del gatto Rufus, lo ammetto. E poi la sorpresa di scoprire come ogni personaggio si leghi a quello prima o quello successivo... Bello, bello, bello. L'ho detto che è bello?

Di Daniel ho letto tutto, racconti poesie e romanzi.. ma qui ha proprio fatto passi da gigante!!
Libro consigliatissimo, presentato al Salone del Libro di Torino proprio in questi giorni e presto in vendita sul sito DarkZone!

lunedì 3 aprile 2017

[25x365] Libri di Marzo

 
"Confusione" di Elizabeth Jane Howard, 526 pagine
Questo capitolo della saga comincia nel 1942 e termina nel 1944, in coincidenza con la fine della seconda guerra mondiale.
Sono sempre le ragazze (Louise, Polly e Clary) ad essere protagoniste
Louise si sposa, ma la vita matrimoniale non è tutta rosa e fiori come si aspettava, anzi... direi che come moglie ha preso dal padre, proprio tale padre tale figlia.
Polly e Clary sono maturate più di tutti: si trasferiscono a Londra, trovano un lavoro e trascorrono molto tempo con Archie, l'amico di famiglia che ormai diventa parte integrate delle vicende.
Rispetto al secondo libro, ci sono "novità" anche per gli altri membri della famiglia, in particolare le madri: sia Villy che Zoe cominciano ad aprire gli occhi alla vita oltre Home Place, la casa di campagna che fa da base a tutta la famiglia.
Mi spiace essere ripetitiva, ma la mia opinione è uguale agli altri libri della saga.
Sono affezionata alla famiglia Cazalet, ad ogni personaggio, quindi anche se la trama scorre piuttosto lenta non riesco a farne a meno.
Però il libro termina con un bel colpo di scena, quindi attendo il quarto libro...

 
"Ti ho guardato dormire" di Mary e Carol Higgins Clark, 188 pagine.
Sterling Brooks è in attesa di entrare in paradiso, sta aspettando da un sacco di tempo in effetti.
Non ha condotto una vita esemplare: non si è mai realmente prodigato per nessuno, concentrato solo su se stesso..
Il Consiglio Celeste, però, decide di dargli una possibilità.. pochi giorni prima di Natale andrà sulla Terra in cerca di qualcuno da aiutare.
Catapultato al Rockefeller Center, incontra la piccola Marissa che non vede il padre e la nonna paterna da più di un anno.
Sterling scopre che sono stati inseriti in un programma di protezione testimoni e finchè i fratelli Badgett sono in circolazione la loro sicurezza è in pericolo.
Riuscirà il nostro inconsueto angelo ad aiutare la famiglia di Marissa?
Un libricino leggero, perfetto da leggere in periodo natalizio direi!

giovedì 23 marzo 2017

Poi vediamo

Io scrivo, poi vediamo.
E il "poi vediamo" lo aggiungo a qualunque cosa.
Tipo: stasera riprendo gli allenamenti di rugby, che avevo mollato perché non stavo bene né fisicamente né mentalmente. Ecco, stasera io ci provo poi vediamo.
Non so perché mi prendo così male per le cose.
Se non gioco bene, amen cosa vuoi che succeda? Non giocherò le partite (che comunque non vorrei fare in ogni caso - sai che ansia?)
Le compagne mi romperanno le palle? In realtà sono loro che mi hanno detto più volte di tonare.
"Torna, prova.. poi si vedrà"
Io non sono molto brava in ambito sport, anzi per nulla brava, e mi sento troppo in difetto rispetto agli altri.
Mi sa che è proprio il POI che mi blocca, o meglio mi spaventa.

Ho un problema (?) con l'alcool: non mi so regolare. Esco e sarei capace di bermi anche un'intera bottiglia di sambuca. Così.
L'unica soluzione (?) che ho trovato è: non uscire.
Se sono a casa non bevo (e si, ho un armadietto pieno di alcolici, ma non li tocco) quindi se dico "esco poi vediamo" nel POI c'è la visione di me ubriaca da far schifo.
Allora, per evitare la solita figura da ubriacona davanti agli altri, me ne sto a casina e amen

Questa settimana ho ricominciato a prendere dei calmanti prima di dormire.
Perché tanta è l'ansia, tanti sono i pensieri, che non dormo o faccio incubi o mi metto a piangere.
Li prendo e poi vediamo

mercoledì 8 marzo 2017

8 marzo

Della festa di oggi non me ne frega un cippa, ma ogni scusa è buona per ascoltare Ruggero

lunedì 27 febbraio 2017

[25x365] Libri di Febbraio

Pronti? Via!

 #5 "La saga dei Cazalet - Il tempo dell'attesa" di Elizabeth Jane Howard, 638 pagine.
Il secondo volume si svolge tra il 1940 e 1941, la seconda guerra mondiale è cominciata e vede gli uomini di casa impegnati più che mai sia in azienda che sotto le armi.
Stavolta le mogli fanno da cornice alla ragazze, ovvero Louise, Clary e Polly, che tirano le fila della trama.
Louise ha 17 anni, sta coltivando il suo sogno di diventare attrice e vive le prime esperienze sentimentali e sessuali.
Le altre due sono quindicenni: Clary deve superare una grave perdita, mentre Polly porta avanti il suo progetto di spendersi per rendere migliore la vita degli altri.
Come il primo volume, la saga prosegue con un andamento "lento" che sinceramente a me piace.
E ormai sono affezionata alla famiglia.. non vedo l'ora di passare al terzo libro (che mi riservo per marzo)

#6 "La ragazza del treno " di Paula Hawkins, 306 pagine
Rachel è una ragazza di 30 anni, divorziata e alcolista. Non ha ancora superato il matrimonio fallito, anzi spesso quando è ubriaca chiama o scrive mail al suo ex marito di cui si pente immancabilmente una volta passata la sbronza.
Nonostante sia stata licenziata, tutti i giorni si reca a Londra in treno, per far credere alla coinquilina di avere ancora un impiego. Il treno si ferma ad un semaforo rosso: qui Rachel può vedere la sua vecchia casa, dove ora il suo ex marito Tom vive con la sua attuale moglie Anna e la loro figlia appena nata.
Ma non solo. Rachel osserva una coppia, che nella sua mente chiama Jess e Jason, e fantastica sulla loro vita di giovane coppia sposata.
Finchè un giorno su internet scopre che Jess si chiama Megan ed è scomparsa.
Qui comincia l'intrigo del romanzo.
Chi è l'uomo che Rachel aveva visto baciare Megan qualche giorno prima?
Cosa ha fatto Rachel la sera in cui è scomparsa Megan? Si era ubriacata e si è svegliata a casa con gli abiti sporchi di sangue, ma ha perso completamente la memoria della serata.
Ho letto, sentito e ricevuto pareri contrastanti su questo libro.
A qualcuno è piaciuto molto, altri per niente e a qualcuno non ha fatto né caldo né freddo.
A me è piaciuto: un buon thriller anche abbastanza inquietante. Ho finito di leggerlo una sera tardi e ho dovuto ricontrollare di aver chiuso la porta di casa!
Ho visto anche il film, e devo dire che sono stati piuttosto fedeli al libro. 

 
#7 "La regina della casa" di Sophie Kinsella, 350 pagine.
Samantha è un avvocato e sta per essere nominata socio dello studio per cui lavora. Anzi, per cui "vive" visto che lavora quasi 24 ore su 24, lasciando la casa un disastro e mangiando cibo confezionato.
Ma il giorno stesso della famosa nomina, Samantha si accorge di aver fatto un errore, uno stupido ma grave errore.
Presa dal panico, scappa fuori Londra.. si ritrova nella casa dei Geiger e viene scambiata per la candidata al posto di governante.
Ebbene, verrà assunta e da qui partono una serie situazioni tragicomiche.. Samantha non sa nemmeno tostare il pane, per non parlare di fare il bucato!
Ma con l'aiuto di Nathaniel, l'affascinante giardiniere, Sam riuscirà a cavarsela egregiamente... ma il passato tornerà a bussare alla sua porta.
Libro leggero, ma dal finale sorprendente. Per nulla scontato.. mi è piaciuto!

martedì 7 febbraio 2017

S.Lavandino

Non ho mai apprezzato S.Valentino.
Tutti i cuoricini, tutte 'ste coppiette a cena... ma uscire a mangiare una pizza voi due da soli una qualsiasi sera fa brutto??
Eh maaa è S.Valentinooo..  (da leggersi con cantilena odiosa)
Ecco no, io queste cose non le sopporto proprio.
Però è un periodo un po' pesante, quindi ho buttato lì l'idea al Rubgista di scambiarci almeno un regalo.
Non lo avessi mai fatto.
Perchè se io ho già deciso cosa prendere a lui, lui è totalmente nel pallone per me.
Così gli ho proposto di regalarmi un libro, ma mi ha chiesto di prepare una lista di titoli.. almeno va sul sicuro.
TUTTO QUESTO PER DIRE CHE
Accetto consigli!
Datemi qualche titolo e se mi stuzzica lo aggiungo alla lista, che non è nemmeno tanto corta, ma qualche idea in più male non fa.

giovedì 2 febbraio 2017

Cit.

 
Tratto dal film "Perfetti sconosciuti"...
è il momento che ho amato di più di tutto il film (e che forse lo salva pure)

martedì 24 gennaio 2017

[25x365] Libri di Gennaio

Gennaio è stato un buon mese in ambito libri.
Complice qualche giorno di ferie, mi sono riposata un po' e ho ritrovato la voglia di immergermi nella lettura.
Se poi aggiungiamo qualche piccolo malanno, un po' di sana misantropia, libricini... insomma, il gioco è fatto!

Come promesso.... ho finto la Guida!

#1 "Praticamente innocuo", 263 pagine, chiude la saga.
I viaggi nello spazio (e anche nel tempo!) continuano, tra nuove Guide Galattiche, pianeti che sanno quasi di casa e nuove bizzarre avventure.
Senza fare spoiler devo ammettere che è stato un finale assurdo! Credo di esserci rimasta tanto di stucco quanto divertita. Bisogna sempre stare in allerta quando si tratta di Vogon.
Oltre la totale mancanza dell'ironia del primo libro, la trama scorre piuttosto lenta.


#2 "Bianca come il latte, rossa come il sangue" Alessandro D'Avenia, 254 pagine
Leo ha 16 anni ed è un adolescente con tante passioni: il calcio, i videogiochi, gli amici... Poi c'è il liceo e i professori.. ma presto dovrà fare i conti con qualcosa di più grande di lui..
Dall'amore per Beatrice, un amore di quelli con la A maiuscola che ti fa perdere la testa, alla sua malattia. Si, perché Bea è malata, e questo porta Leo a rimettere in discussione tutte quello che pensava (o crede di pensare) sulla vita, la morte, Dio e porsi un marea di dubbi.
Questo libro mi è piaciuto, ma a tratti devo dire che si immedesima troppo nel mondo adolescente di Leo. Forse letto appunto a 16 anni mi avrebbe colpita di più. Di certo mi ha fatto ripensare a com'ero io a 16 anni, e chissà se mi sarei comportata come Leo, con i suoi errori, i suoi guai e la testa piena di sogni.


#3 "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" Mark Haddon, 247 pagine
Il protagonista di questo libro è Christopher, un ragazzo autistico. Vive con il padre in un paesino tranquillo, va a scuola ed è appassionato di matematica. Una notte trova il cane della vicina assassinato.. così decide di indagare per scoprire chi sia il colpevole..
Le indagini lo porteranno a scoperte che gli cambieranno la vita.
Ai paragrafi che narrano la trama, si alternano capitoli in cui il protagonista parla di sé: cosa gli piace e cosa no, come ragiona e come affronta determinate situazioni.. sono passaggi che mi sono piaciuti molto.
Dello stesso autore ho letto "Una cosa da nulla", che però non mi aveva entusiasmato.


#4 "L'incredibile storia di Soia e Tofu" Pallavi Aiyar, 155 pagine.
La mia edizione fa parte della collana "CatsStories" che usciva in edicola con Oggi. Poteva una gattara come me non comprarla?!
E' il primo che leggo della serie, per una promessa fatta ad una ragazza su Instagram.
Soia e Tofu sono due gatti randagi: uno vive in un cortile, l'altra in un bidone. Ma sono fortunati: entrambi vengono adottati e si ritroveranno a vivere insieme. Chi lo dice che la vita di un gatto domestico è pigra e noiosa? Soia e Tofu vivranno incredibili avventure, tra rapimenti e piani per smascherare una truffa ai danni di tutta la Cina!
E' un libricino piacevole: la trama è scorrevole, a tratti mi ha fatto venire l'ansia per il destino dei protagonisti.. io sono troppo sensibile quando si parla di gatti!

Ci aggiorniamo a fine febbraio!
:-)

lunedì 16 gennaio 2017

Torta salata con cipolle rosse

Ragass!
Tornano i miei disastri in cucina, siete contenti??
Per i nuovi arrivati, specifico subito che in cucina sono una vera schiappa... e nemmeno so fare foto decenti.
Qui è tutto giù alla buona, insomma.
Però magari qualcosa di buono viene fuori!

Per questa ricetta ho usato
1 pasta sfoglia (quelle già pronte, eh)
3 cipolle rosse grandi (oppure 4 cipolle rosse medie / circa 500-600gr)
2 fette formaggio (io ho usato quello veg, vuoi potete usare delle sottilette oppure il galbanino, per dire)
olio
sale
acqua
1 tuorlo
latte

Tagliate a fette le cipolle..

Stufatele con un filo d'olio e un pizzico di sale. In cottura rilasceranno la loro acqua, ma dovessero attaccare aggiungetene. Non ho guardato l'ora, più o meno credo di averle fatte andare per un'ora e mezza.
Il risultato è questo:
 
Stendete la sfoglia e mettete metà cipolle..


Appoggiate il formaggio a fette..

 
E ricoprite con l'altra metà di cipolle

 
 
Chiudete la sfoglia sopra il ripieno, chiudendo i lembi con una forchetta

 
 
Spennellate la superficie con il tuorlo mescolato ad un goccio di latte.
Io ho infornato la torta a 210° per 10 minuti, che è il tempo di cottura indicato sulla confezione della sfoglia.
Et voilà!

 
 
Buona digestione.. ahahahahahahah


giovedì 5 gennaio 2017

Buoni propositi 2017

Ciao!
Nel 2016 ho letto 22 libri... Ammetto che puntavo ai 25!
Ho deciso di lasciare il traguardo dei 25 per quest'anno...
Siete con me?